Costellazioni Familiari


Per pratica delle Costellazioni familiari, si intende una tecnica utile a riportare il fluire dell'amore in noi stessi e nelle nostre relazioni. Utile a riprendere il proprio posto nella vita tanto da poter anche sviluppare meglio le nostre capacità e scelte.

Utile a lasciare andare ciò che abbiamo in memoria fisica e psicologica, che appartiene a retaggi familiari, sociali, educativi,

imparando a ringraziare per tutto ciò che la vita ci ha offerto fino ad oggi.

__________________________________

Le Costellazioni familiari nascono da intuizioni di Bert Hellinger.
Spesso la vita di ognuno è condizionata da destini e sentimenti che non sono veramente propri e personali;
anche malattie gravi, il desiderio di morte e problemi di coppia e sul lavoro possono essere dovuti a "grovigli" del sistema-famiglia.Con le Costellazioni familiari queste dinamiche si possono portare alla luce  e sciogliere.

Nonostante gli studi di base siano gli stessi, le costellazioni possono essere tenute in modo molto diverso a seconda degli operatori che svelgono il ruolo di facilitatori.
La tecnica delle Costellazioni familiari è possibile praticarla sia in gruppi che in individuali.

 

Di cosa si tratta?
L'essere umano è la somma anche di tutte le memorie del dna che ci portiamo dai nostri genitori, educazione, esempi familiari, traumi.
Allora è necessario tenere ciò che è utile al nostro cammino e lasciare andare ciò che abbiamo raccolto ma non ci serve più.
Con la tecnica delle costellazioni familiari questo è possibile.
Le nostre relazioni attuali, scelte, idee, tipo di lavoro, sono fortemente condizionate da tutte queste nostre memorie.
E noi non lo sappiamo e non conosciamo quali nello specifico ci riguardano.
Notiamo però che la vita è spesso complicata.
Le costellazioni familiari fanno chiarezza su questo e aiutano a sciogliere.

 

Come la vive e la pratica Francesca Gussoni

Con questa tecnica, si rappresenta visibilmente, in modo tangibile con elementi tridimensionali (persone o cose) ,
una tematica che sta a cuore al partecipante, per poter trovare un modo migliore di poterla vivere.
Ogni tematica (ho osserevato nel tempo), ha come blocco il collegamento ad un nodo preso con la famiglia di origine.
Durante la rappresentazione, il costellatore/trice, connesso/a con il campo morfico ( ecco perchè è importantissimo che egli/essa sia già stato/a in un buon cammino dentro se' stesso/a nello sciogimento da traumi e memorie negative di vissuti personali),
fa dire al costellato, alcune frasi mirate allo sciogimento del nodo portato alla luce dalla Costellazione.

 

Cos'è una tematica?
Qualsiasi relazione (con tutto siamo in relazione, che sia una persona, un lavoro, una malattia ecc..) che ci sta a cuore per cui in questo momento abbiamo fatica.

 

E cosa chiediamo?
Di viverla meglio di quanto sta accadendo.
L'intenzione che mi piace portare durante le costellazioni è la parte positiva di questo tema, cioè cosa desidero, invece di cosa non va.
In questo modo il problema si scioglie con maggiore facilità e possiamo avere una visione più fattibile e aperta rispetto alla fatica che ci pre-occupa, in questo dato momento.

 

Come funzionano le costellazioni familiari?
Praticate in gruppo, di norma ci si pone in cerchio.
Si scelgono, attraverso il sostegno del costellatore/trice, persone o elementi che rappresentino i coinvolti nella tematica portata,
in modo da avere una migliore prospettiva d'insieme, rendere evidenti quali siano le relazioni fra le parti e dove sono possibili le soluzioni.

 

Che cosa succede?
L'essere umano vive costantemento in collegamento energetico con tutti e tutte le memorie che il nostro dna fisico e animico porta.
Quando pratichiamo le costellazioni familiari, questo lo si vive e ci si riesce a connettere a tutto ciò che fa parte di noi, quindi anche alle memorie di cui sopra, definendo un campo di lavoro energetico, all'interno del cerchio.
E’ stato Sheldrake che alla fine degli anni 80, a seguito di molti esperimenti, soprattutto con gli animali, ha desunto e provato l’esistenza
di un campo energetico/organizzativo che ci attraversa, che ha chiamato Campo Morfico.
E’ in questo campo che il presente diventa traccia del passato e una programmazione per il futuro.
In tal senso si può dire che nel campo morfico tutti i tempi coincidono:
presente-informazione (qui e ora)
passato-memoria (informazione passata)
futuro-programmazione (informazione per il futuro)
Studi successivi di evoluzione della fisica quantistica, hanno portato interessanti integrazioni.
Dunque nessuna informazione muore a se stessa o si perde nel nulla, l’informazione resta nel tempo e si trasforma, e in questo senso è eterna.
Noi ne siamo coinvolti e responsabili, per la nostra parte di intenzioni.
A questo campo Maestro possiamo accedere con intenzioni positive e avere chiarezza per camminare sempre meglio verso l'apertura alle meraviglie che in questa vita ci aspettano.

Da Bert Hellinger, scopritore della tecnica, ad oggi, è stato riscontrato sempre più come ciò che ci portiamo dalla nostra famiglia di origine (padre, madre e avi),
influenzi inconsciamente la visione di noi stessi, la nostra vita, le nostre scelte e di conseguenza quello che ci accade nella vita.
Attraverso questa tecnica si può trovare e portare alla luce il nodo familiare che ci ritroviamo e scioglierlo.
Per Essere sempre più noi stessi, in tutto ciò che facciamo, fino a provare gratitudine per tutto il nostro passato (per me la gratitudine è sempre molto importante).
Ringraziando, dato che proprio quel "casino familiare" in cui (attenti) abbiamo scelto di scendere, ci ha dato grandi possibilità di maturare nel frattempo.
Trovata la possibilità evolutiva, inutile continuare a tenersi il blocco.

 

Come mai sistemica?
Noi facciamo sempre parte di sistemi. Il sistema familiare è uno di questi. Il più importante, da cui parte tutto.
La famiglia è un particolare tipo di gruppo in cui, come nei gruppi in generale, ostacoli al funzionamento possono derivare da conflitti fra le funzioni,
i compiti e i ruoli dei vari membri.
E' necessario tornare a ricoprire il proprio posto.
Un figlio deve essere e fare il figlio, non il genitore del padre o della madre, per esempio.
E noi sappiamo che siamo fuori posto?
No, nella maggior parte dei casi.
Inconsciamente, per fedeltà e amore, un figlio (sempre per seguire l'esempio), supporta un genitore che ha bisogno ( per malattia o mancanze affettive),
mettendosi fuori posto.
Ma se stiamo al posto di qualcun altro, come facciamo a vederci e a sapere chi siamo veramente?
E come facciamo a far si che gli altri ci vedano?
Con le costellazioni familiari si ritrova equilibrio e la vita diventa più sempice e gioiosa.

L'Albero Genealogico, inteso come Sistema Familiare, è composto da diversi elementi,
è un sistema aperto e in espansione, e cerca continuamente l'equilibrio e l'auto-regolazione cibernetica.
Le informazioni che circolano quindi nel sistema (o nell'Inconscio Familiare, o Anima Familiare) risentono di tutte le esperienze più o meno drammatiche vissute dai membri della nostra famiglia di origine: il problema di un singolo elemento o la sua risoluzione, si riflette sull'intero sistema.
Importante é acquisire sempre più coscienza, chiarezza, apertura interiore, del Cuore, senza permanere nella sofferenza.

I nostri avi fanno il tifo per noi,
per ciò che possiamo sviluppare
che loro non sono riusciti prima.
Ci amano profondamente


Francesca Gussoni

 

 


 

Quanto più profondamente penetriamo nel mondo submicroscopico,
tanto più ci rendiamo conto che il fisico moderno, parimenti al mistico orientale, è giunto a considerare il mondo come un insieme di componenti inseparabili, interagenti e in moto continuo, e che l'uomo è parte integrante di questo sistema.

Fritjof Capra, Il Tao della Fisica


 

 

 

Costellazioni come partecipante euro 30 

Costellazioni portando il proprio tema da costellare  euro 60

https://i2.wp.com/www.francescagussoni.it/wp-content/uploads/2017/07/sala2.jpg?resize=500%2C300&ssl=1
https://i1.wp.com/www.francescagussoni.it/wp-content/uploads/2019/09/skybar.jpg?resize=500%2C300&ssl=1